OK-Net Arable. Progetto Horizon 2020


La complessità dell'agricoltura biologica richiede agli agricoltori di avere un alto livello di conoscenze e competenze. Ma le possibilità di scambio sulle tecniche di agricoltura biologica restano limitate. Il progetto OK-Net Seminativi mira a facilitare la co-creazione di conoscenza da parte degli agricoltori, tecnici di campo e scienziati per aumentare la produttività e la qualità dei seminativi biologici in tutta Europa.

OK-Net Seminativi è coordinato da IFOAM UE e coinvolge 17 partner provenienti da 13 paesi di tutta Europa. Il progetto è finanziato dal Programma Europeo HORIZON 2020, il principale strumento di finanziamento dell'UE per la ricerca e l'innovazione. OK-Net Seminativi rappresenta una delle prime quattro cosiddette “reti tematiche”, finanziate sotto l'ombrello del Partenariato Europeo per l'Innovazione per la Produttività e la Sostenibilità in agricoltura (EIP-AGRI). Questo strumento di politica dell'UE mira a promuovere l'innovazione collegando agricoltori e ricercatori.

OK-Net Seminativiha tre obiettivi: 1) Sintetizzare le conoscenze scientifiche e pratiche disponibili nel settore dei seminativi biologici ed individuare le migliori metodologie per lo scambio di queste conoscenze. Grazie a questo lavoro, sarà elaborato materiale divulgativo di facile comprensione. 2) Creazione di una rete europea di agricoltori per scambiare esperienze e discutere il materiale divulgativo sviluppato dal progetto. 3) Creazione di una piattaforma on-line che offra materiali divulgativi sulle tecniche di agricoltura biologica di facile comprensione e che facilitino anche lo scambio d’informazioni tra gli agricoltori. Questa piattaforma sarà un luogo di incontro virtuale per gli agricoltori, tecnici di campo e ricercatori.

OK-Net Seminativi adotta un approccio molto innovativo in quanto, in tutte le fasi del progetto, gli agricoltori svolgono un ruolo di primo piano, contribuendo ad un processo di co-creazione di conoscenza.

Contesto del progetto

L'agricoltura biologica nell'Unione europea ha registrato una notevole crescita negli ultimi dieci anni, sia in termini di produzione che di domanda del mercato. L'area bio nell'UE è quasi raddoppiata dal 2004. Il 5,7% della superficie agricola dell'Unione Europea è oggi certificata bio. L'agricoltura biologica è un metodo che coniuga produzione alimentare con cura per l'ambiente.

Tuttavia, ci si chiede se l'agricoltura biologica sia anche sufficientemente produttiva. In media, i rendimenti del bio sono inferiori del 20-25% rispetto alle rese di aziende convenzionali. Inoltre, le rese delle produzioni biologiche variano molto rispetto ai rendimenti in agricoltura convenzionale. Questo è spesso dovuto al livello di conoscenza tecnico-agronomica dell’agricoltore. Infatti, diversi studi hanno dimostrato che più l'agricoltore è esperto, minore è la differenza di produttività rispetto alle aziende agricole convenzionali.

L'agricoltura biologica funziona come un sistema complesso che richiede un elevato livello di conoscenza. Nonostante ciò, lo scambio di conoscenza tra agricoltori, tecnici di campo e scienziati rimane limitato. Anche il divario di conoscenza tra gli agricoltori biologici in tutta l'UE è notevole. Promuovendo co-creazione e scambio di conoscenze, il progetto OK-Net Seminativi ha quindi un potenziale significativo per aumentare la produttività in agricoltura biologica.

Questo progetto ha ricevuto un finanziamento da HORIZON 2020, programma di ricerca e innovazione dell'Unione Europea in base alla convenzione di sovvenzione No. 652654. La presente comunicazione riflette solo il punto di vista dell'autore. L'Agenzia Esecutiva per la Ricerca non è responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni fornite".


FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE: L'EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI