CERTIFICAZIONI


Sottomisura 3.1 - “Sostegno alla nuova adesione a regimi di qualità”


Il sistema di qualità certificato adottato dalla filiera agroalimentare promossa dal Consorzio Marche Biologiche fa riferimento al Reg. CEE n. 843/07 “Regolamento del Consiglio in materia di produzione agricola ed agroalimentare con metodo biologico” e Reg. CEE n. 889/2008 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007.
L’applicazione del regime concerne la fase di produzione (imprese agricole), dello stoccaggio, della trasformazione e del confezionamento. La certificazione biologica oltre che un traguardo raggiunto rappresenta una competenza distintiva da valorizzare e comunicare al mercato: una filiera che attuata severe procedure di produzione e controllo, estese a tutti i processi aziendali, per un prodotto sicuro e di qualità.
Attraverso la sottomisura 3.1 saranno attivati percorsi per l’ottenimento di certificazioni volontarie di prodotto e di tracciabilità al fine di aumentare il valore aggiunto dei prodotti della filiera. In particolare saranno attivati i seguenti regimi di qualità “Rintracciabilità di filiera ISO22005” e “Carbon footprint di prodotto (CFP) ISO TS 14067” (c.d. impronta ecologica).

Organismi di controllo coinvolti per la certificazione ai sensi del Reg. CEE n. 843/07 e del Reg. CEE n. 889/2008 (Agricoltura Biologica)
CCPB S.r.l.
BIOS S.r.l.
Suolo e Salute
ICEA - Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale

Organismi di controllo coinvolti per la certificazione ai sensi delle norme ISO22005 (Rintracciabilità di filiera)

CCPB S.r.l.

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE: L'EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI